Papa Francesco concede l’indulgenza tramite Twitter

Su Twitter e su tutti i social network in generale Papa Francesco concederà l’indulgenza plenaria in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù in Brasile: vediamo come funziona

L’indulgenza plenaria 2.0: avremmo anche potuto intitolare così l’articolo. A quanto pare Papa Francesco ha dichiarato che concederà l’indulgenza plenaria tramite Twitter e i social network in generale. Tutti subito ad esultare per un eventuale accorciarsi del tempo trascorso in Purgatorio (se siete destinati all’Inferno non credo che basti un’indulgenza plenaria via web), ma qualcuno pone un freno: non è proprio così che funziona.

In occasione della Giornata Mondiale della Gioventù in Brasile, Papa Francesco ha fatto sapere che l’indulgenza plenaria arriverà anche via internet grazie ai social network, in primis Twitter, ma anche Facebook e Pinterest verranno coinvolti. La cosa non deve stupire in quanto Papa Bergoglio è assai attivo sul web, è un pontefice molto moderno.

Papa Francesco aveva infatti dichiarato che “I fedeli legittimamente impediti ad essere a Rio potranno ottenere l’indulgenza plenaria, purché seguano questi stessi riti, attraverso i nuovi mezzi della comunicazione sociale”. Tutti ad esultare i peccatori, evviva, leggiamo un tweet, mettiamo un Mi piace e abbiamo ottenuto indulgenza plenaria e sconto sulla pena in Purgatorio.

Monsignor Claudio Maria Celli, però, ci tiene a precisare che non è proprio così che funziona un’indulgenza plenaria via Twitter. Non è che basta cliccare su internet per ottenerla, non siamo al bar a prendere un caffè.

Non basterà infatti collegarsi online alla messa di Rio, seguire il Papa in streaming o che altro, per ottenere la vera indulgenza plenaria bisognerà recepire nel proprio cuore e nella propria anima il significato profondo dei tweet che il Papa invierà dal Brasile o le foto che troverete su Pinterest relative alla Giornata Mondiale della Gioventù.

Ops, dunque non basta avere una connessione, commentare, mettere tweet e Mi piace per avere l’indulgenza plenaria, bisognerà anche crederci e sentirla dentro. Mi sembrava troppo facile!

fonte: comunità digitali

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply