I social media nelle aziende

Una ricerca della Microsoft spiega le potenzialità dei social media nell’ambito delle strategie aziendali

Se i social media sono entrati da tempo a far parte della nostra quotidianità è importante comprendere che questi strumenti hanno grandi potenzialità anche in abito professionale, potenzialità spesso non tenute in considerazione da molte aziende che vedono piattaforme e strumenti social come motivo di distrazione e causa di perdita di sicurezza e produttività.

Molte aziende sfruttano i canali social come mezzi per generare business, mentre altre fanno ancora fatica a comprenderne i vantaggi. Per fare chiarezza in merito a questa situazione, a livello globale, Microsoft ha realizzato un documento ricco di dati.
Per comprendere il volume di utilizzo dei social media da parte delle aziende e la percezione che gli impiegati hanno di vantaggi e potenzialità delle nuove tecnologie in ambito lavorativo sono stati intervistati 9.908 impiegati che lavorano in aziende con un minimo di 100 impiegati in 32 diversi Paesi.

Condividere documenti, collaborare e comunicare con clienti e colleghi, ampliare il proprio network professionale, promuovere iniziative aziendali e trovare con facilità consulenti e personale specializzato. Queste e molte altre le attività che si possono svolgere son il supporto di strumenti social e che possono influire sensibilmente sulle attività all’interno di un’azienda. Ma come vengono percepite dagli impiegati? Le risposte evidenziano una maggiore predisposizione verso l’uso dei social network per le aziende in Paesi come Messico, Turchia e Cina mentre risultano meno convinti gli impiegati che rappresentano Giappone, Svizzera, Austria e Germania.
Sono le donne ad utilizzare i social tool soprattutto per comunicare con colleghi e condividere documenti mentre gli uomini prediligono questi strumenti per ampliare il proprio network professionale e analizzare i competitor.

Un altro aspetto approfondito dal sondaggio è quello del riconoscere i vantaggi dei social tool: il 77% degli intervistati condivide l’utilizzo di nuove tecnologie che migliorano prestazioni e produttività e il 40% afferma che i social media hanno portato beneficio in termini di collaborazione in ambiente lavorativo.
In linea di massima gli impiegati coinvolti nel sondaggio non percepiscono un completo riconoscimento da parte dei manager dei vantaggi dei social media tanto che circa un terzo degli intervistati ritiene che i propri responsabili sottostimino il potere di questi strumenti e non ne incoraggino l’utilizzo in azienda.

Se i social media sono entrati da tempo a far parte della nostra quotidianità è importante comprendere che questi strumenti hanno grandi potenzialità anche in abito professionale, potenzialità spesso non tenute in considerazione da molte aziende che vedono piattaforme e strumenti social come motivo di distrazione e causa di perdita di sicurezza e produttività.

Molte aziende sfruttano i canali social come mezzi per generare business, mentre altre fanno ancora fatica a comprenderne i vantaggi. Per fare chiarezza in merito a questa situazione, a livello globale, Microsoft ha realizzato un documento ricco di dati.
Per comprendere il volume di utilizzo dei social media da parte delle aziende e la percezione che gli impiegati hanno di vantaggi e potenzialità delle nuove tecnologie in ambito lavorativo sono stati intervistati 9.908 impiegati che lavorano in aziende con un minimo di 100 impiegati in 32 diversi Paesi.

Condividere documenti, collaborare e comunicare con clienti e colleghi, ampliare il proprio network professionale, promuovere iniziative aziendali e trovare con facilità consulenti e personale specializzato. Queste e molte altre le attività che si possono svolgere son il supporto di strumenti social e che possono influire sensibilmente sulle attività all’interno di un’azienda. Ma come vengono percepite dagli impiegati? Le risposte evidenziano una maggiore predisposizione verso l’uso dei social network per le aziende in Paesi come Messico, Turchia e Cina mentre risultano meno convinti gli impiegati che rappresentano Giappone, Svizzera, Austria e Germania.
Sono le donne ad utilizzare i social tool soprattutto per comunicare con colleghi e condividere documenti mentre gli uomini prediligono questi strumenti per ampliare il proprio network professionale e analizzare i competitor.

Un altro aspetto approfondito dal sondaggio è quello del riconoscere i vantaggi dei social tool: il 77% degli intervistati condivide l’utilizzo di nuove tecnologie che migliorano prestazioni e produttività e il 40% afferma che i social media hanno portato beneficio in termini di collaborazione in ambiente lavorativo.
In linea di massima gli impiegati coinvolti nel sondaggio non percepiscono un completo riconoscimento da parte dei manager dei vantaggi dei social media tanto che circa un terzo degli intervistati ritiene che i propri responsabili sottostimino il potere di questi strumenti e non ne incoraggino l’utilizzo in azienda.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply