Ecco quali sono le parole più cercate dagli italiani su Google

Google ha reso note i trending topics in Italia per l’anno 2014. Al primo posto la coppa del mondo di calcio, segue l’ iPhone6, mentre al terzo posto l’attore Robin Williams

Perché vengono le “blatte”? E cosa significa la parola ‘selfie’? Sono solo alcuni dei quesiti più gettonati che gli italiani hanno posto quest’anno al motore di ricerca più usato nel mondo, Google. L’azienda di Mountain View fornisce ogni anno le classifiche dei trend nazionali delle ricerche (consultabili sul sito www.google.com/trends/2014) e anche nel 2014 i risultati hanno svelato più di una sorpresa.

L’anno scorso gli italiani, complici anche le elezioni politiche, hanno cercato su Google soprattutto parole inerenti la politica e i suoi personaggi. Nel 2014 hanno prevalso le ricerche di parole legate all’evento dell’anno, i mondiali di calcio che si sono svolti in Brasile, ma anche all’uscita del nuovo smartphone targato Apple, l’iPhone 6.

Le parole più ricercate nel 2104

Le classifiche sono uno specchio abbastanza fedele dei trending topics dell’anno e il web si conferma quasi come un ‘oracolo’ a cui poter chiedere informazione su qualsiasi aspetto dello scibile umano. Tra le parole trionfa “Mondiali 2014”, che è anche la parola più ricercata associata al 2014 (seguita da Oscar e Elezioni Europee), mentre tra i protagonisti della competizione è Cristiano Ronaldo il calciatore più digitato (seguito dallo spagnolo Diego Costa e da Ciro Immobile, mentre il primo italiano in top 10 è Andrea Pirlo in sesta posizione). La tecnologia si conferma tra gli argomenti più seguiti: al secondo posto infatti si piazza “iPhone 6” e al terzo posto l’attore Robin Williams, la cui scomparsa ad agosto ha commosso il mondo intero. Nella top 10 spiccano al sesto posto “Ebola”, il virus esploso in Africa occidentale, e al settimo “Schumacher” (il pluricampione di Formula 1 è in convalescenza dopo un grave incidente sulla neve). All’ottavo posto “La Grande Bellezza”, il film di Paolo Sorrentino vincitore del premio Oscar 2014 come miglior film straniero.

Personaggi più ricercati

Conferme e sorprese anche nella graduatoria dei personaggi più ricercati dagli italiani: se Robin Williams e Michael Schumacher occupano le prime due piazze, al terzo posto si colloca l’attore e scrittore Giorgio Faletti, scomparso quest’anno. In top ten anche diverse sorprese, come la presenza al quarto posto della conduttrice e soubrette Veronica Maya (protagonista di un incidente osè durante il programma Tale e Quale Show ) o la cantante e drag-queen Conchita Wurst, vincitrice dell’Eurovision Song Contest, al nono posto.

La classifica dei “perché”

Ma gli italiani che cercano su Google lo fanno anche per esprimere dubbi o curiosità in cerca di una risposta sul web. E non mancano nelle speciali classifiche dei “perché” e dei “come” che fanno davvero sorridere. La classifica dei “perché” emergenti testimonia come gli italiani quest’anno siano stati ossessionati dalle blatte: “Perché vengono le blatte” è infatti al primo posto, seguito dal perché “Pepa muore” (per chi non ha confidenza con le soap opera, Pepa è la protagonista della serie televisiva Il Segreto). Al terzo posto “perché si dice bugiardino”. Ma scorrendo la top 10 ci sono trend sorprendenti: al quinto posto c’è “perché si soffre” (magari il web potesse offrire una risposta), mentre al settimo posto si piazza “perché la guerra del Vietnam” (molti se lo stanno ancora chiedendo), mentre all’ottavo posto troviamo “perché il Porcellum è incostituzionale”, a testimonianza del fatto che i grandi temi della politica italiana sono sempre molto digitati sul web.

Su Google si cerca anche per comprendere il significato di alcune parole: la parola regina del 2014 è “selfie”, un fenomeno che quest’anno è letteralmente esploso, seguito da P.v. e N.F.C. (Near Field Communication, in italiano letteralmente “Comunicazione in prossimità”, una tecnologia che fornisce connettività wireless). Stupisce all’ottavo posto l’acronimo “Inps”.

Anche la classifica dei “come fare” rivela sorprese: la graduatoria è guidata da “barbecue”, al secondo posto le ciambelle. Fa sorridere (ma non troppo) al quinto posto il “malocchio” segno che la superstizione ha ancora un certo seguito nel nostro Paese.

Dove organizzare una vacanza

Naturalmente il web è anche il posto più giusto per organizzare le prossime vacanze e farsi qualche idea sulle mete da raggiungere. Al primo posto si colloca una vera e propria sorpresa: si tratta di Gozo, piccola isola a 4 km da Malta, mentre al secondo posto c’è la russa Sochi, una delle mete preferite da Vladimir Putin. Al terzo posto la marchigiana Pesaro. Nella top ten anche due isole croate, Pag e Krk.

La classifica delle  ricette

Le ricette sono da sempre ricercatissime on-line: tra le specialità culinarie a cui gli italiani si sono dimostrati più interessati ci sono le “chiacchiere” (note in alcune regioni col nome frappe), la “piadina romagnola” e le “castagnole” nelle prime tre posizioni. Il trend numero uno in riferimento ai “biglietti emergenti” è stato Milan-Juventus, grande classico del campionato di calcio italiano, seguito dal concerto-evento dei Rolling Stones al Circo Massimo e dal derby milanese Milan-Inter.

Le classifiche di Google sulle ricerche emergenti sono realizzate attraverso l’analisi di miliardi di query effettuate nel corso dell’anno sul motore di ricerca. Gli strumenti a disposizione dell’azienda

di Mountain View non consentono di identificare gli utenti che effettuano le ricerche perché si basano su dati aggregati e anonimi. Per questo motivo non è possibile, ad esempio, fornire dati su cosa cercano gli uomini piuttosto che le donne, o i giovani rispetto agli anziani.

fonte: GIOVANNI CEDRONE per Repubblica.it

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply