Roma 2013-Seconda Puntata-Marcello De Vito (M5S)

Grillino, ma non troppo. De Vito, candidato sindaco del M5S, usa poco i social network e non stimola l’interesse della rete. Numeri bassi su Twitter e Facebook.

di Luca La Mantia

Potremmo definirlo il grillino atipico. Marcello De Vito candidato del Movimento 5 Stelle per la corsa al Campidoglio, non sembra proprio in linea con i dettami del suo partito. Mentre Grillo e i suoi fanno fuoco e fiamme su rete e social network, questo avvocato che si è aggiudicato le primarie online per sfidare Gianni Alemanno, continua a latitare sui nuovi media. Lo rivela la nostra indagine, seconda punta dello speciale dedicato alle amministrative capitoline.


TWITTER – Numeri bassi per de Vito, che conta 84 following (e questo di per sé non sarebbe un problema), 137 tweet e solo 1.708 follower. Un seguito lontano anni luce da quello dei suoi rivali, in particolare Marino e lo stesso Alemanno. Il candidato sindaco del M5S twetta mediamente 1 volta al giorno, specie nel primo pomeriggio. Troppo poco per coinvolgere la rete. Lo dimostrano i retweet. Solo 45 dei suoi tweet sono stati condivisi 353 volte da altri utenti. Significa che ogni tweet è stato retweettato mediamente 7,8 volte. Il dato dei retweet è fondamentale per comprendere le capacità di un politico di postare contenuti interessanti, che gli utenti condividono sui propri profili per creare un dibattito.

FACEBOOK – YOUTUBE Anche su Facebook De Vito non corre. Ha un profilo personale e una pagina fan dedicata alla sua scalata al Campidoglio. Quest’ultima gli vale 3.613 “mi piace” e 2.865 “ne parlano”, dato, questo, che comprende tag, condivisioni di post e commenti. Passiamo a Youtube. Digitando il nome di Marcello De Vito sul principale social network di condivisione video, si ottengono 4.430 risultati.

GOOGLE TRENDS – Concludiamo con Google Trends, che analizza il volume di ricerche su Google di un nome o di una parola. Guardando la curva prodotto digitando Marcello De Vito (vd. foto), notiamo che, negli ultimi tre mesi, il candidato grillino ha avuto due picchi. Il primo a marzo in corrispondenza della vittoria nelle primarie locali del M56, il secondo (più alto) a metà aprile. Nell’ultimo periodo l’interesse degli internauti per De Vito è in calo progressivo.
de vito trend

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply