Lo scandalo del Mose corre sul web e sui social media

Le tangenti venete si impongono come l’argomento più discusso sulla rete. Ad ingrossare e cavalcare l’onda ci sono i grillini spinti dal leader Beppe Grillo

Per capire quanto gli argomenti hanno “tirato” di più nell’ultima settimana ci siamo avvalsi delle tendenze giornaliere di google trend. Invece, sui principali social media, abbiamo scovato gli argomenti più coinvolgenti proposti dai cosidetti influencer.  Con questo termine intendiamo quei personaggi del mondo della politica e dell’informazione che grazie alla loro web reputation sono in grado di orientare fortemente l’opinione pubblica digitale.

I temi caldi sul web
Nella giornata di Lunedi, il tema che più ha appassionato la rete è stato sicuramente la festa della Repubblica. Tra accuse di sprechi economici e retorica patriottica l’argomento ha generato più di 500.000 ricerche su Google. Numeri molto alti per questo evento, che risulta il più ricercato di tutta la settimana. Martedì l’argomento più cliccato su Google è “Miur”, in riferimento alla pubblicazione da parte del Ministero dell’Istruzione dei nomi commissari esterni per l’esame di maturità 2014. Sempre nella giornata di martedì gli utenti online si sono focalizzati sull’Imu, che ha ottenuto più di 20mila ricerche (quarto argomento più ricercato). Mercoledì è la Tangentopoli veneta ha tenere banco tra i temi “politici”: con più di 20 mila ricerche “Mose” è il terzo argomento italiano dopo la partita della nazionale italiana con il Lussemburgo ed il programma televisivo “The Voice”. Giovedi è Venerdì sono i temi calcistici a tenere banco, grazie alla partenza degli Azzurri in Brasile e all’acquisto del centrocampista Keita da parte della Roma

I temi più coinvolgenti su Twitter
Anche su Twitter la Festa della Repubblica ha eserciato un certo fascino tra gli utenti attivi. L’hashtag #FestadellaRepubblica è salito al secondo degli argomenti più discussi in Italia, rimanendo nelle tendendze per circa 13 ore. Nella stessa giornata sono entrati nella classifica dei topic trend italiani anche #2giugno e #VoglioUnaRepubblica. Martedì 3 giugno tra i temi più twettati troviamo #granosaraceno (al nono posto in classifica per 9 ore circa) , argomento riferito alla gaffe firmata dai deputati del movimento 5 stelle. Il 4 ed il 5 giugno nella twittersfera sale in modo impetuoso il dibattito sullo scandalo delle mazzette venete. Gli hashtah #Mose, #tangenti, #arrestanovoi e #Orsoni si mantengono per tutti e due i giorni entro le prime 4 posizioni dei topic trend italiani.  A fare da cassa di risonanza all’inchiesta sugli appalti per l’opera veneta sono sicuramente i militanti del movimento 5 stelle guidati su twitter da Beppe Grillo il cui tweet più virale è dedicato al Mose http://

 

I temi più coinvolgenti su Facebook
Il social network più diffuso in Italia è dominato ancora una volta da Beppe Grillo, che risulta il politico più popolare su Facebook (1.632.634 mi piace), seguito a distanza da Renzi (673.385).
Se il profilo Facebook di Renzi è fermo al 28 maggio, quello di Grillo è in continua attività. Dei tanti post pubblicati in settimana il più coinvolgente è una lista di esponenti del Pd coinvolti nelle recenti storie di tangenti  (13.568 commenti 438 commenti e 16.657 condivisioni). http://

 

Per quanto riguarda il mondo dell’informazione  i due giornalisti più influenti sono Roberto Saviano (con 1.962.052 è addirittura più popolare di Grillo) e Marco Travaglio (1.533.093). Il post più virale di Travaglio (9.826 mi piace 572 commenti 3.492 condivisioni) è una dedica agli elettori del Movimento 5 stelle in riferimento alla vicenda del Mose. Saviano, invece, viene premiato dai suoi fan digitali per un post dedicato alla scomparsa dell’attore Massimo Troisi (54.469 mi piace, 1536 commenti e 12.434 condivisioni).http://

 

ciciaoaoaoao

http://

Oggi accogliamo in Italia il presidente di turno UE, il lussemburghese Xavier Bettel, a Roma e in serata il presidente…

Posted by Matteo Renzi on Giovedì 17 settembre 2015

 

http://

Regalo a Roma i 20mila euro spesi con la carta di credito intestata al sindaco per rappresentanza. Sono spese fatte…

Posted by Ignazio Marino on Mercoledì 7 ottobre 2015

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply