I partiti italiani e Facebook

Dopo aver analizzato la performance dei principali partiti italiani su twitter, abbiamo voluto monitorare la loro incidenza anche su Facebook

di Guido Petrangeli

La piattaforma social di Mark Zuckerberg confermandosi il social network più usato in Italia diventa uno strumento con cui i partiti devono necessariamente misurarsi. I dati parlano di un audience di 23 milioni di utenti attivi al mese, in crescita del 5%, di cui 15 che si collegano quotidianamente e 10 che lo fanno in mobilità.

Il M5S è il più popolare e coinvolgente
Il partito italiano più popolare su Facebook è il Movimento 5 Stelle che registra 377.555 mi “piace”. Sul social più diffuso ed utilizzato nel nostro paese ci sono 97 pagine dedicate al partito guidato dal tandem Grillo- Casaleggio. Il M5s è anche il partito che suscita più discussioni su Facebook grazie ai suoi 28.915 “ne parlano”. Quest’ultimo indicatore prende in considerazione i “mi piace” su un post, i post scritti su quella bacheca, i commenti e le condivisione di un post, le interazioni con un evento creato dalla pagina, i tag della Pagina in una foto e le menzioni della Pagina. Di conseguenza l’indice “ne parlano” è considerato una sorta di termometro quantitativo del flusso di conversazione generata da una pagina di Facebook.

Inoltre, secondo la piattaforma Polismeter, la pagina del M5S nella settimana che va dal 03.07.2013 al 09.07.2013 ha fatto registrare tra le pagine politiche italiane il secondo valore più alto di engagement (80.020 come somma di like, commenti, condivisioni e post spontanei dei fan). Grazie a questo performance la fanpage del M5s ha incrementato del 56%
il numero dei propri fans. Lo strapotere su Facebook del movimento dei grillini lo ritroviamo anche sul grado di coinvolgimento dei singoli post. È sempre del M5s il post con il livello più elevato di engament (calcolato dalla piattaforma social del Cnr come somma pesata del Numero di Likes, Numero di Commenti e Numero di Condivisioni, diviso per il tempo trascorso dalla pubblicazione). Questo il testo del post più coinvolgente degli ultimi 15 giorni: “Questo Parlamento non è stato eletto dagli italiani, ma dai partiti e dalle lobby. Non può affrontare una situazione di emergenza”.

Il Pd tallona il M5s, Sel è una sorpresa il Pdl un flop
Il secondo partito italiano più popolare è il Pd con 94.861 fans e 99 pagine dedicate .Il partito democratico Nonostante il buon livello di popolarità non riesce a coinvolgere in maniera attiva i propri fan: 3.761 “ne parlano” è un dato piuttosto modesto.
A sorpresa il terzo partito più conosciuto su Facebook è Sinistra Ecologia e Libertà con 45.443 mi piace. Con 14.623 “nel parlano” Sel riesce anche a coinvolgere i propri fan e suscitare un buon numero di discussioni. Su Facebook abbiamo registrato la presenza di 36 pagine e 63 gruppi dedicati a Sel.

Dopo il partito guidato da Nichi Vendola si posiziona il Pdl che con 43.133 like rimane fuori dal podio delle fan page politiche italiane più popolari. Il Popolo delle Libertà, con 73 pagine a lui dedicate, conferma di non lavorare su Facebook ad alti livelli considerato che anche il numero dei “ne parlano” (927) è estremamente basso.

Con 80 pagine dedicate  e 17.342 “Mi piace” troviamo la fanpage di Scelta Civica. Il partito di Monti però non riesce a coinvolgere i propri fan con un adeguato numero di conversazioni: sono solo 418 i “ne parlano”. Chiudiamo l’indagine con i numeri della Lega Nord che vede aperte su Facebook 72 pagine dedicate. I leghisti raggiungono i 12.737 “Mi piace” e i 2.631 “ne parlano”.

@guido_complotto

dati raccolti dall’8 al 12 luglio

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply