Campidoglio: sul web Giorgia Meloni piace più di Guido Bertolaso

La Meloni è più popolare su Facebook e Google, la sua candidatura ottiene su Twitter una sentiment positivia al contrario di quella di Bertolaso

di Guido Petrangeli

C’era un tempo in cui Silvio Berlusconi lanciava il suo endorsment ad un certo Gianfranco Fini nella corsa a sindaco di Roma contro Francesco Rutelli. In quei giorni nacque il centrodestra destinato a governare per molti anni il nostro paese. Oggi, la candidatura di Giorgia Meloni, rompe definitivamento quello schema ed elegge Roma a laboratorio per la costruzione di un nuovo posizionamento della destra nelle politiche del 2018. La sfida elettorale non è quindi solo quella tra Meloni e Bertolaso, ma anche quella tra Fratelli d’Italia, la Lega e Forza Italia.

Twitter
Giorgia Meloni su Twitter è molto più popolare del suo sfidante Guido Bertolaso. La presidente di Fratelli d’Italia ha su questo social una vera e propria strada in discesa visto che Bertolaso ha aperto soltanto da pochi giorni un proprio profilo ufficiale. Giorgia Meloni può contare infatti su ben 245mila seguaci, contro i poco più di 2mila dell’ex capo della protezione civile. La Meloni non riesce però a staccare il suo sfidante per quanto riguarda il livello di interazione (menzioni e risposte dirette). Se guardiamo agli ultimi 100 tweet la leader di Fratelli d’Italia ha fatto 101 menzioni rispetto a 28 profili unici e fornito 5 risposte dirette. Guido Bertolaso si difende bene visto che nei suoi ultimi 100 tweet ha rilasciato 105 citazioni di 31 profili unici e fornito una risposta diretta.
Se guardiamo però alla risposta degli utenti di Twitter al momento delle candidature dei due esponenti notiamo come la Meloni abbia susciatato maggiore coinvolgimento nella twitter-sfera. Nella giornata di mercoled’ 16 marzo #Meloni è risultato a fine giornata l’undicesimo argomento più discusso su Twitter, mantenendosi nella topic trend per più di 11 ore. Inoltre, guardando alla sentiment su #meloni notiamo come una delle parole più associate a questo hashtag sia “sindaco”.Invece l’hashtag #bertolaso, nel giorno in cui è stata ufficializzata la candidatura (il 12 febbraio), è stato il 29esimo argomento più tweettato in Italia. Nei giorni successivi, 13 e il 14 febbraio, #bertolaso è salito al decimo posto dei topic trend ma con una sentiment tutt’altro che positiva: tra le parole più associate a questo hashtag troviamo “#primarie” e “casotto”.

Facebook
Su Facebook abbiamo notato un distacco ancora maggiore tra i due contendenti: Giorgia Meloni su questo social sovrasta in maniera netta Bertolaso sia per livello di popolarità (numero di like) che per quello di coinvolgimento (numero di interazioni).
Giorgia Meloni ha una fanpage ufficiale che raggiunge un numero totale di 512.165 “mi piace” e che cresce ad una media settimanale di circa 6793 nuovi fan. Le interazioni generate dalla sua pagina facebook è a quota 154.304 (persone che ne parlano). Il confronto con Bertolaso è impietoso: sono solo 612 i “Mi piace” della Pagina e ancora zero le interazioni generate dalla persone che parlano della fanpage. Non mancano le pagine ironiche, come “Questa carriola avrà più fan di Guido Bertolaso” che da sola ha collezionato più di 4 mila like.

Google
Abbiamo infine provato a rilevare quale dei due sfidanti è in grado di calamitare più ricerche su interne. La risposta può fornirci infatti il grado di appeal che suscita il candidato nei confronti della rete. Utilizzando google trend (misura il volume di ricerche in una scala da 0 a 100) abbiamo potuto vedere come Giorgia Meloni nell’ultima settimana ha suscitato molto più interesse di Bertolaso con picchi di ricerche pari a 100 nel giorno della sua candidatura. Inoltre le persone sembrano molto curiose nei confronti della sfera privata della Meloni: associate alle ricerche sul suo contro troviamo spesso “giorgia meloni mamma” oppure “etaà di Giorgia Meloni”. Su Bertolaso le ricerche più ricorrenti sono invece associate ad un sentiment negativo: “Guido bertolaso condannato” “Guido bertolaso indagato”.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply