Alemanno buca la rete con un Tweet su Equitalia. Marino il più citato. Sorpresa Medici

L’intervento del sindaco sulla società di riscossione tributi è stato il più apprezzato della settimana. Il senatore Pd vince la sfida delle menzioni. Il candidato di Repubblica Romana è quello con l’indice Cinguex mediamente più alto

di Luca La Mantia

Gianni  Alemanno si aggiudica il match del tweet che ha riscosso più successo in settimana tra quelli postati dai vari candidati alla poltrona di sindaco di Roma. L’attuale primo cittadino ha cavalcato l’esasperazione dei romani nei confronti delle tasse e di Equitalia, che in questi anni, tra le lamentele di molti, ha gestito parte del servizio di riscossione tributi di Roma Capitale. “A Roma da 1°Luglio Equitalia è fuori! Chi subira’ riscossione coattiva tributi nel ComunediRoma non pagherà alcun aggio a ente riscossore”.

Questo il tweet col quale Alemanno ha bucato la rete. Il suo indice Cinguex nel pomeriggio di venerdì ha toccato quasi quota 96. Si tratta di un indicatore creato dalla webagency Pixell, con la quale forniamo questo servizio, basato su un algoritmo che prende a riferimento, tra gli altri, il numero di follower e la relativa crescita nel tempo, il numero dei tweet e la loro viralità. Un indice alto significa un’elevata capacità di coinvolgere gli altri utenti, facendoli discutere sull’argomento. Elevato anche il numero di retweet: 105. Secondo nella nostra classifica un tweet del principale rivale di Alemanno: Ignazio Marino. Promuovendo un dibattito con il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, Marino ha totalizzato un indice Cinguex di 0,7. Terzo lo 0,09 di Sandro Medici, che ha invitato i suoi elettori a una serata evento al noto locale Angelo Mai. Il successo di Alemanno dimostra che gli utenti della rete prediligono interventi su cose concrete, mentre hanno scarso interesse per iniziative e mere promozioni elettorali.

Alemanno si è aggiudicato la gara del tweet più virale. Ma nel corso della settimana chi ha mantenuto più alto l’indice Cinguex è stato il candidato sindaco di Repubblica Romana, Sandro Medici. L’attuale presidente del X Municipio ha nettamente staccato il sindaco tra il 13 e il 14 maggio, è ha ora una media superiore al 4,50. Alemanno si mantiene sul 4. Lo segue Marino che ha orbitato tra 3 e 4. Quarto il candidato di Casapound Italia, Simone Di Stefano, che, dopo un inizio a rilento, ha superato il valore 2. Quinto Alfio Marchini, che si è tenuto fisso sul 2. Fanalino di coda il candidato del Movimento 5 Stelle, Marcello De Vito. Il grillino per ora è la grande delusione di questa campagna elettorale. Nonostante Beppe Grillo faccia una gran parlare di rete e social network, alcuni dei suoi candidati, come De Vito, sul web sono piuttosto deboli e sembrano basare le possibilità di vittoria alla fidelizzazione degli elettori al nome di Grillo. De Vito va male anche nella classifica dei profili più citati della settimana, con appena 27 menzioni è il penultimo. Primo nel ranking Ignazio Marino, con 155. Seguono la sorpresa Sandro Medici (119 citazioni), Gianni Alemanno (97) e Alfio Marchini (46 menzioni). Ultimo il candidato di Progetto Roma, l’urbanista Alessandro Bianchi, con 9 menzioni.

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply