Berlusconiani e Alfaniani si scontrano sui Social media: Brunetta asfalta Schifani

Nella sesta puntata della nostra inchiesta su falchi e colombe 2.0 abbiamo messo sulla bilancia dei social Brunetta e Schifani. Perché forse non sarà una regola scientifica ma la prova del nove ci dice che le elezioni si vincono sui social media.

di Guido Petrangeli

C’eravamo tanto amati, ma in fondo non ci vogliamo così male. A sentire le dichiarazioni ufficiali di Alfano e Berlusconi più che di un addio si tratterebbe di un arrivederci alle prossime elezioni. In attesa di conoscere l’assetto di future alleanze Il SocialPolitico.it ha lanciato un progetto editoriale che prevede la mappatura sui social network dei leader dei due partiti nati dalla scissione del Pdl. In quest’occasione abbiamo voluto confrontare Renato Brunetta e Renato Schifani.

Brunetta vs Schifani
Dalla nostra analisi emerge come su Twitter Renato Brunetta sia estremamente più popolare e influente dell’ ex collega di partito Schifani. L’ex ministro della Funzione Pubblica ha un ottimo livello di popolarità (numero di follower e retweet) e un buon indice di interazione con gli altri utenti (menzioni attive, following e risposte). Il suo avversario Schifani su Twitter è praticamente inattivo. Su Facebook le gerarchie “social” dei due colleghi non variano: Brunetta è molto più popolare e interattivo. La stessa tendenza l’abbiamo registrata anche su You Tube; Renato Brunetta cura bene il suo canale youtube mentre di Schifani non c’è traccia.. Su Google Plus, infine, i numeri dei due politici sono talmente bassi da renderli marginali.

Twitter
Renato Brunetta ha i seguenti numeri base: 5,750 Tweet, 359 Following, 106,260 Follower. Degli ultimi 143 tweet del presidente dei deputati del Pdl-Fi ne sono stati retwettati 142 tweet da altri utenti per un totale di 1,555 volte. Il livello di popolarità di Brunetta è piuttosto alto cosi come è buono l’indice di interazione con gli altri utenti. Abbiamo rilevato che negli ultimi 200 tweets di Brunetta in 138 tweet sono stati citati uno o più utenti di Twitter. In totale 230 volte qualcuno è stato menzionato, di cui 31 diversi utenti di Twitter.
Gli utenti Twitter con i quali Brunetta dialoga di più sono: il profilo di Forza Italia (74 menzioni), Il quotidiano il Mattinale, (50 menzioni) e il gruppo pdl alla Camera (18 menzioni).
Renato Schifani è registrato su Twitter ma praticamente è come se non ci fosse. I suoi numeri di base ci dicono che l’ex presidente del Senato non ha rilasciato neanche un tweet, segue 22 profili ed è seguito da 400 follower.

Facebook
Su Facebook Renato Brunetta ha 7 pagine dedicata, mentre Schifani ne ha solo due. L’ex ministro della Funzione Pubblica registra 66.536 “Mi piace” e 2.040 ne parlano. Il presidente dei deputati Pdl-Fi dimostra quindi di essere abbastanza popolare e di sfruttare bene l’interazione con gli altri utenti (indice “ne parlano”). Anche sul social network più diffuso in Italia la presenza di Schifani è nulla: non c’è traccia di una sua fan page istituzionale e l’unica che sembra utilizzata da lui o dal suo staff è ferma da giugno (525 mi piace, 27 ne parlano).

Youtube
Renato Brunetta a differenza di Schifani dimostra di essere molto “social” anche su Youtube. Il capo dei deputati forzisti conta 324 iscritti e 596 video pubblicati. Di Schifani anche qui, sul social dei video, non c’è traccia.

@guidopetrangeli

dati raccolti dal 21 al 23 novembre

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply